Critica Ricorrente dell’Animalista Medio: i Ricercatori lo fanno per Lucro

Ora, la vita media del ricercatore (secondo la mia esperienza) è questa: 1000-1200 euro al mese dopo 5 anni di università (altri 200-300 dopo altri 3-4 anni di dottorato), praticamente lo stipendio di un commesso. Con la differenza che il ricercatore Non ha orari, Non ha ferie, Non ha festività comandate (cellule e topi non vanno in vacanza), Non ha contributi (finchè non è assunto, ovvero fino ai quarant’anni in media… calcolate quando andiamo in pensione), Non ha stabilità lavorativa avendo per lo più contratti a progetto e tempi determinati, spesso Non ha maternità, spesso Non ha lavoro qui in Italia e deve andarsene dal suo Paese, spesso Non ha prospettive di carriera perché soldi non ce ne sono e la ricerca dipende quasi del tutto da charities (= carità della gente!!!), il più delle volte ha una probabilità più elevata rispetto alla media di contrarre tumori (lavorando tutti i giorni con sostanze tossiche e cancerogene), e non ultimo pur salvando vite deve autolegittimarsi tutti i giorni davanti a gente che non ha studiato un centesimo di quello che lui deve sapere tutti i giorni, rischiando di diventare bersaglio di proteste e intimidazioni.

Dove sta il business? io ci vedo solo la passione e il sacrificio.
Fatemi il piacere!


Agnese