La BUAV smentisce se stessa!


La disonestà intellettuale di certe associazioni “anti-vivisezione” (virgolettato perché l’uso di “vivisezione” è inappropriato e forviante) non ha davvero confini, si comportano tutte allo stesso modo, ovvero usando immagini e video decontestualizzate per mettere in cattiva luce gli allevamenti di animali da laboratorio, così da screditare la Sperimentazione Animale e chiederne l’abolizione a livello mondiale; lo abbiamo visto con i beagle di Green Hill, poi con i macachi della Harlan e di recente con il caso delle scimmie allevate dalla Noveprim.

Quest’ultimo evento è, a mio parere, proprio il caso più emblematico di disonestà intellettuale da parte degli “anti-vivisezionisti” perché le prove fornite dall’inglese BUAV (l’equivalente della nostra LAV) dimostrano in modo inequivocabile la loro malafede e la manipolazione dei fatti a loro vantaggio.

Vediamo nel dettaglio come ci sono stati raccontati questi eventi dal punto di vista degli “anti-vivisezione”:

  1. la BUAV rilascia un comunicato stampa in cui asserisce che la Noveprim, un centro delle Mauritius per l’allevamento di scimmie destinate ai laboratori di ricerca, ha effettuato una mattanza di scimmie solo perché erano “in surplus rispetto alle scorte di magazzino” e quindi soppresse senza giusta causa invece di liberarle nel loro habitat naturale;
  2. successivamente al primo comunicato stampa, la BUAV rilascia una serie di interviste a diverse testate giornalistiche internazionali, mostrando foto di carcasse di scimmie accatastate in bidoni della spazzatura (la riporto qui in basso), sostenendo che la Noveprim le ha soppresse perché pesavano di più rispetto ai requisiti minimi imposti dai laboratori di ricerca Europei, quindi (cit.) “essendo di una taglia sbagliata” sono state soppresse senza giusta causa;

  3. da più parti viene chiesto alla BUAV di provare con prove contestualizzabili la veridicità delle precedenti affermazioni, quindi vista l’insistenza dei media, pubblicano su YouTube il video da cui hanno tratto le foto rilasciate nei giorni precedenti.


Gli animalisti sono contenti perché c’è la “smoking gun” ed i media pure perché c’è l’ennesimo caso sensazionalistico da sbattere in prima pagina con foto raccapriccianti; i media internazionali cavalcano subito l’onda sensazionalistica incalzando la Noveprim di domande imbarazzanti, al che Noveprim rilascia un comunicato stampa in cui asserisce che la BUAV sta raccontando falsità e che le scimmie oggetto delle immagini sono state disposte in un inceneritore in seguito a necroscopia. La Necroscopia animale è l’equivalente dell’autopsia umana, ossia la dissezione del corpo di un animale già morto; peraltro gli animalisti usano spesso foto di necroscopie spacciandole per vivisezione, come abbiamo spiegato nel nostro articolo intitolato “Mortisezione”.

Nel comunicato della Noveprim si legge:

In a situation where disease occurrence is suspected and in line with strict animal health surveillance protocols, a number of animals could undergo euthanasia, necropsy and incineration.

Tutto chiarito dunque? Equivoco chiarito?

Niente affatto! Gli animalisti non credono a nessuna parola detta Noveprim e la accusano di “essersi inventata questa storielle dell’inceneritore” come paravento, ma in realtà sono tutte falsità, così dice la BUAV.

Dunque è vera o no ‘sta storiella dell’inceneritore e della necroscopia?

Osservando attentamente il video della BUAV per intero, usando gli occhi della ragione e non quelli dell’emotività, si noteranno tre dettagli che smentiscono la stessa versione della BUAV e sono invece compatibili con la versione della Noveprim:

  1. Se le scimmie sono state soppresse perché non idonee, come sostiene la BUAV, allora perché, come si vede dal video diffuso dalla stessa BUAV, le scimmie presentano cavità toracica ed addominale sezionata ed organi interni asportati?! Non è certamente in questo modo che si sopprimono gli animali, non è assolutamente necessario “svuotarli”. È evidente che si tratta di necroscopia, come dichiarato dalla Noveprim.

  2. Verso la fine del video, accanto ai bidoni che contengono le carcasse delle scimmie, si scorge un grosso macchinario di colore verde, con targa “MACROburn”, che sarà mai?

    Googolando si scopre che si tratta di un inceneritore per lo smaltimento di rifiuti medici prodotto dall’azienda sudafricana Ai-Tech, un apparecchio acquistato da ospedali o da centri di ricerca, e non certo da allevamenti, pertanto anche quest’altro particolare suffraga la versione della Noveprim e smentisce quella della BUAV.

  3. Infine affianchiamo a margine un’osservazione meno solida rispetto alle precedenti, ma che aggiungiamo giusto per completezza di analisi: il lastricato che ricopre le pareti e la pavimentazione è composto dalle tipiche piastrelle bianche dei laboratori, per cui ancora una volta il video suggerisce che l’ambiente filmato fa parte di un istituto di ricerca e non di un allevamento.

Ho riportato le mie osservazioni razionali, lascio a voi trarre le conclusioni finali su chi dice la verità e chi invece manipola i fatti al solo fine di trarne profitto, perché, faccio presente, subito dopo la notizia sensazionalistica lanciata dalla BUAV, è partita una massiccia campagna per la raccolta fondi da destinare alle scimmie delle Mauritius, si veda saveourmonkeys, nonché la pagina preposta sul sito della BUAV e l’apposita pagina facebook.

La notizia delle scimmie “inutilmente massacrate” ha avuto un’ampia diffusione in tutto il mondo ma specialmente in Italia dove a fare da cassa di risonanza sono le solite note associazioni animaliste, tra cui citiamo:

Considerando che si tratta di Necropsia, tali titoli appaiono assurdi, come se sui giornali si leggesse “Scandalo: Trovate Persone Morte negli Obitori degli Ospedali!”


[MT]

Annunci

17 thoughts on “La BUAV smentisce se stessa!

  1. L’analisi dei fatti è assolutamente logica.
    Inoltre, mancano le prove: le foto potrebbero non essere nemmeno state scattate alle Maurtius.

    Mi piace

  2. Siete delle merde e spero che esista un dio ma che non sia buono come dicono, che al contrario sia per la legge “occhio per occhio” e che ricada su di voi e sui vostri figli tutto quello che fate agli animali

    Mi piace

  3. Il sistema di donazioni è davvero aberrante, come fa la gente a cascarci?? Dovrebbero smetterla, almeno per rispetto verso i veri truffatori che usano l’ingegno invece di sfruttare gli animali…

    (ps. perchè non mi è più possibile commentare i post su facebook?)

    Mi piace

  4. ma queste mattanze, in ogni caso, non fanno progredire la scienza medica. Le scimmiette sono state, comunque, soppresse. non è più il caso di sperimentare su modelli animali sia perchè la reattività umana è diversa da quella mostrata dagli animali di laboratorio (vedi TALIDOMITE), sia perchè tale attività di tortura su esseri viventi è ETICAMENTE censurabiole.

    Mi piace

  5. Mi vien da piangere a pensare che esiste gente come voi. fareste meglio a pregare un po’ invece che ha uccidere poveri animali innocenti. preferirei che c’era il Fuherer, con lui gli animali erano sacri.

    Mi piace

  6. Hi Maggie! So good to hear from you. I still check the teachers.net kindergarten board every day. I’ve learned SO much there over the years. Every time there is something &#;2&08new2#8221; out there…..I always hear about it first on teachers.net. Let’s meet up at IteachK next year!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...