L’Antitumorale tenuto Segreto


Giusto nei pochi stralci di tempo libero che ho a disposizione, mi sono imbattuta in un articolo intitolato Altro che chemioterapia. Il cancro si cura con questa pianta.

Ho pensato che fosse il caso di fare un’attenta lettura per poi commentare.

L’esordio:

È un argomento delicato e non è mia intenzione mancare di rispetto alle centinaia di migliaia di persone affette da cancro e costrette a vivere tra dolore e disperazione. Questo articolo nasce proprio per queste persone, a cui lo dedico e a cui voglio dare un po’ d’informazione che, purtroppo, non possono leggere sui giornali, perché su radio e tv o su qualsiasi altro mezzo di comunicazione è meno importante delle tette delle veline o delle ideologie politiche di Monti.

Credo che di fatto si proponga di dare informazioni errate e di conseguenza la mancanza di rispetto ce l’ha eccome. Le centinaia di persone affette da cancro, spesso sono molto più “circuibili” rispetto alle persone sane perché già di fatto vivono nella speranza di una “miracolosa” guarigione. Spingere le persone a non curarsi è assimilabile al reato di istigazione al suicidio. Perché dico questo? Perché l’articolo continua così:

Ricordatevi sempre che le pillole non curano nel vero senso della parola, non aiutano il corpo bensì si scagliano contro esso con forza, colpendo senza considerare l’organismo nel suo insieme. In altre parole, qualsiasi pillola che ingeriamo è un’arma contro il nostro organismo. Volete continuare a combattere contro il vostro stesso corpo? Liberi di farlo, però ricordate che quando lo colpite con l’intento di disintegrare un virus, non fate altro che indebolire e distruggere, poco a poco, voi stessi.

Nessuno infatti ha aumentato le proprie prospettive di vita, sebbene affetto da cardiopatie, perché le pillole hanno debilitato il fisico, infatti l’età media nell’ultimo secolo non è aumentata ma è diminuita; per non parlare del diabete le pillole ipoglicemizzanti o l’insulina stessa sono velenose; gli esordi della malattia sono quanto mai funesti… Ovviamente dico questo con una leggera inflessione sarcastica!

Prosegue con la teoria complottomane sulle case farmaceutiche e della loro sete di denaro e, ovviamente già questo, mi spinge a pensare male della persona che ha scritto l’articolo. Le case Farmaceutiche, di sicuro, curano i propri interessi prima del bene comune, ma le case farmaceutiche non sono enti di beneficenza; i proprietari se investono, mi pare anche logico, che vogliano un ritorno economico, questo pensiero però non deve allontanarci dall’altro concetto e cioè che vengono controllate da comitati etici e che al rispetto delle norme stanno molto attente, pena la chiusura della loro azienda.

L’autore riesce a fare sempre peggio:

La chemioterapia, che chiamo in causa in questo articolo, ne è l’esempio più palese. Perché distruggere il proprio corpo per cercare di curare un cancro? È necessario per guarire? È l’unico modo di curare un cancro?
Tra gli universitari di medicina ed i medici più fondamentalisti, quelli insomma che seguono la corrente di pensiero “la medicina è una, quella convenzionale, tutto il resto è inutile e roba per stregoni o creduloni”, la risposta è sì. Perché? Perché, dicono, è la cura più forte e veloce contro il cancro, dimostrabile ed inconfutabile. Forte e veloce. Giusto, no? Perché aspettare e curare l’organismo nel suo complesso, in maniera che si rafforzi ed elimini le cellule cancerogene, invece che attaccare con una bella bomba atomica e distruggere tutto? Sembra che la guerra è la soluzione che sempre è piaciuta di più all’uomo. Quando non si sa come risolvere i problemi, si tira una bomba…
La chemioterapia è la cura più bestiale, barbara ed inutilmente aggressiva mai utilizzata: non fa nient’altro che distruggere per completo un organismo attraverso la somministrazione di farmaci tossici e dannosissimi per, nel migliore dei casi, uccidere le cellule cancerogene.
Sono sicuro che molti di voi già sanno che la chemio, non solo non è l’unica maniera di curare un cancro ma è, tristemente, la peggiore. Che poi le alternative alla chemio convenzionale siano tacciate come “terapie inefficaci” o “bufale” è solo lo specchio della strategia dell’industria medica e farmaceutica che vuole arricchirsi con la commercializzazione di farmaci.

Giunta a questo punto dell’articolo mi appare evidente che questo signore non sa nemmeno che gli attuali chemioterapici usati sono estratti da piante, in altre parole, non sa di cosa sta parlando.
Per citare alcuni degli antitumorali usati: Tassani (estratti dal Taxus brevifolia), Alcaloidi della Vinca (da Catharanthus rosei) etc etc… Queste sostanze sono citotossiche e quindi sono usate contro svariati tipi di cancro.

La scarsa accuratezza dell’articolo la si evince dal fatto che ripete più volte che non ha nessun tipo di effetto collaterale per l’organismo ma non cita nessuna fonte in merito a questo, le fonti citate parlano di linee cellulari tumorali trattate con la sostanza per le quali si sono avuti buoni riscontri contro più tipologie di tumore (si parla di 6 linee cellulari tumorali), quindi se la sostanza pura è testata solo su una coltura ma non è stata sperimentata su organismi interi, come fa a stabilire che non ha effetti citotossici anche sulle cellule sane?

L’ultimo articolo citato riguarda uno studio condotto sui ratti i quali, facendo una dieta a base di estratto del frutto della Graviola, sembrerebbero prevenire nelle donne lo sviluppo tumorale; le conclusioni dicono infatti:

Overall, dietary GFE inhibited tumor growth, as measured by wet weight, by 32% (P<0.01). These data showed that dietary GFE induced significant growth inhibition of MDA-MB-468 cells in vitro and in vivo through a mechanism involving the EGFR/ERK signaling pathway, suggesting that GFE may have a protective effect for women against EGFR-overexpressing BC”. [Yumin Dai, Shelly Hogan, Eva M Schmelz, Young H Ju, Corene Canning, Kequan Zhou Nutr Cancer. 2011 ;63(5):795-801. Epub 2011 Jun 22; su PubMed troverete l’intero Abstract].

Nulla, quindi, di tutto questo mio dubitare circa la serietà dell’autore in questione, toglie il fatto che la sostanza “Anonacina”, possa essere valida e che quindi un dì non molto lontano possa entrare nella rosa dei chemioterapici.

In conclusione si supera scrivendo:

Non c’è altro da aggiungere. La natura ci dà già tutte le medicine di cui abbiamo bisogno. Purtroppo non conosciamo niente o quasi a riguardo o pensiamo siano stregonerie o bufale… siamo vittime di un perfetto lavaggio del cervello e conosciamo a memoria i nomi delle droghe fornite dalle farmaceutiche internazionali.

È evidente che, ancora una volta, non sappia cosa sia la Fitoterapia: la Digossina, principio attivo del Lanitop o del Lanoxin è estratta dalla Digitalis purpurea semplicemente non si usano le foglie ma si preferisce la molecola pura per la pericolosità della sostanza che se non dosata al millesimo, potrebbe causare arresto cardiaco; altro esempio, il Biancospino, che è molto usato per la cura dell’ipertensione e delle aritmie, e l’elenco è molto lungo.

Purtroppo, a questo punto, da aggiungere c’è che i profittatori proliferano come i funghetti dopo la pioggia, quando ci sono malattie dietro l’angolo c’è chi, screditando anni e anni di lavoro, si prende gioco dell’ingenuità di molti malati con queste notizie non-notizie.


[VS]


Post Scriptum

I post inerenti alle presunte proprietà miracolose della Graviola, come c’era da aspettarselo, sono virali su facebook, come ad esempio questo che, attualmente, conta 6.261 condivisioni (segue screenshot).

L'Antitumorale tenuto Nascosto


Per ulteriori approfondimenti sull’argomento “Graviola”, suggeriamo la lettura di questa nota.

Annunci

24 thoughts on “L’Antitumorale tenuto Segreto

  1. 10000 volte più potente…in base a cosa, signor del”la Graviola”? Incredibile come questi pseudo-illuminati spesso siano venditori, scienziati falliti che si son improvvisati agenti pubblicitari. Insomma, giusto per citare lo “chef” Tony con i suoi Miracle Blade.

    Mi piace

  2. quindi se ho capito bene questa pianta ha proprietà antitumorali nelle parti che non si mangiano… senza un’industria farmaceutica (ovviamente perfida) che estragga i principi attivi li sintetizzi li testi e li commercializzi dunque questa pianta ha le stesse possibilità di curare il cancro o di procurarti costipazione di un albero di Kaki, fenomenale.

    Mi piace

    • @LucaZ: Non è esatta, la tua interpretazione di quanto io ho detto nell’articolo e spigo di seguito il perché. Gli studi condotti dimostrano che nelle cellule tumorali (linee cellulari isolate), gli estratti, hanno un effetto citotossico, io critico la notizia non notizia che la pianta è tenuta nascosta ma in realtà ci sono pubblicazioni per un eventuale utilizzo, dell’estratto, come antitumorale. Quindi di fatto l’estratto potrebbe entrare nella rosa degli antitumorali, ma se mangi il frutto al massimo lo previeni, di certo non lo curi.
      [VS]

      Mi piace

  3. cari resistenti razionalisti,

    sono Matteo, l’autore dell’articolo sulla Graviola, che vi siete impegnati a smontare.
    Due cose veloci.
    La prima: siete liberi di riempirvi di farmaci e continuare così.
    La seconda: non ho mancato di rispetto nessuno con l’articolo, voi dite il contrario ma non avete capito niente.
    Scrivete che me ne approfitto dei malati… ma state calmi, che siete voi quelli che si superano.
    E soprattutto non attaccatemi, che non sapete nemmeno se sono anch’io un malato.
    E non sono un rivenditore di Graviola, cosa credete, cerco solo di far aprire gli occhi a tutti coloro che quando sono malati corrono in farmacia o ascoltano solo il medico.

    Con il mio articolo ho voluto riportare alcune ricerche scientifiche e rendere noti i risultati alla gente italiana che, purtroppo, ha a che fare con mezzi di comunicazione che non informano sulle cose veramente importanti, come questa, soprattutto quando si tratta di notizie che si allontanano o addirittura vanno contro il mainstream del pensiero conformato.

    Ricordate che quelle opinioni che reputate “complottiste”, come dite voi, non sono altro che analisi critiche sulla realtà delle cose.

    Tutto il discorso sulle farmaceutiche, infine, è mia opinione, condivisibile o meno da voi, non importa ma degna d’essere rispettata sì e se poi riuscite a fare un passo in più, cercate di capire quello che ho scritto, che sarebbe già una gran cosa.

    Saluti e grazie per leggere Bueno Buono Good.

    Mi piace

    • L’autrice dell’articolo non può rispondere perché è impegnatissima con il laboratorio (sì dà il caso che lei, al contrario tuo, sia una Vera Scienziata ed ha le competenze su ciò di cui parla).
      Non sei nemmeno stato capace di leggere e comprendere il testo, perché altrimenti non avresti commentato come hai fatto.
      Ma ti rendi conto che nel tuo articolo istighi i malati ad abbandonare le cure autentiche per fantomatiche cure miracolose?! Ma lo sai che questo è reato?! [MV]

      Mi piace

      • sono d’accordo con te,io purtroppo sono un malato di cancro mi avevano dato pochi mesi di vita,oggi e un anno e sono ancora qui,voglio solo dirvi che io non ho abbandonato le cure ufficiali, ho abbinato alle chemio una dieta molto ferrea,curcuma aloe spezie centrifugati frutta e verdura.escludendo carne di tutti tipi zuccheri raffinati ecc. l’oncologo mi aveva programmato un inizio di 12 chemio , dopo 6 chemio ho fatto tac per vedere come andavano, letto il risultato l’oncologo mi dice fermiamo il ciclo delle restanti 6 chemio perche qui e sparito tutto,ma non convinto mi manda ha ripetere tutti gli esami che riconfermavano i risultati precedenti. voglio solo dire che io credo in Dio e nei miracoli, ma credo anche che il corpo si ammala per una dieta non corretta nel corso della vita ecc…e voglio anche dirvi che nonostante le chemio erano combinate con 5 medicinali (abb..forte) nonò quasi patito gli effetti collaterali tipo vomito diarrea ecc.. io nella mia ignoranza mi sono detto le chemio sono devastante devo fare in modo che il mio corpo non viene azzerato da questi medicinali e ho introdotto nel mio organismo i prodotti su indicati,non so cosa contengono ma i risultati fino ad’oggi sono eccellenti,visto i risultati vorrei tanto che fosse la strada giusta per aiutare a tanti malati sopratutto i bambini i giovani malati che quando li incontro in ospedale mi viene sempre da piangere.

        Mi piace

  4. Noto nella foto il logo di ZeroGas, ebbene: sapevate che quell’associazione fa capo all’organizzazione di beppe grillo e da anni conduce le sue battaglie disinformative ecologiste? Il nome ZeroGas deriva dal fatto che per loro si dovrebbe proibire l’uso di carburante e utilizzare fantomatiche automobili ad aria compressa.
    Ergo, per loro è ordinaria amministrazione disinformativa per fini politici: più voti si racimolano e meglio è!

    Mi piace

    • Hai modo di corroborare quanto dichiari?

      Quale sarebbe la connessione e con quale meetup?

      Di pisquani fan di Grillo e fan del movimento5 stelle ve ne sono tanti, ma non sono la totalita`.

      Le auto ad aria compressa sono reali (le Citroen DS5 con quella tecnologia dovrebbero essere in vendita dal prossimo anno).
      Non sono auto a zero emissioni che non usano carburanti, ma sono solo un tipo piu` vantaggioso di ibrida che al posto di usare una pesante batteria usa un contenitore in pressione ben piu` leggero.

      http://www.psa-peugeot-citroen.com/en/inside-our-industrial-environment/innovation-and-rd/hybrid-air-an-innovative-full-hybrid-gasoline-system-article

      Mi piace

      • lascia stare ‘ste storie.
        Quella che pubblicizzava Grillo era la Eolo, un auto 100% ad aria compressa che non poteva funzionare in alcun modo,progettata male, con mille difetti, solo che lui ha abboccato e ha fatto abboccare altra gente interpretando appieno il suo ruolo: il leader di una società di marketing multi livello.
        L’aria compressa come fonte energetica per gli attuatori non è mica una novità!
        Il problema della sua diffusione non è l’industria cattiva che non la vuole produrre, ma il fatto che i combustibili fossili sono ancora la fonte energetica più densa a temperatura e pressione ambientale.
        In sostanza l’aria compressa è difficile da trasportare e senza rete di distribuzione, non è così utile.
        Ovviamente se non la comprimi non serve proprio a nulla 😀

        Il compressore della macchina va bene per le emergenze, ma non puoi aspettare mezz ora per fare una “ricarica”.
        Il vantaggio delle ibride è poter recuperare energia che altrimenti andrebbe dispersa, come quella persa in frenata.
        La benzina, invece, basta tenerla in una tanica ed è pronta all’uso.

        Mi piace

      • Allora votate il PD che sostiene gli inceneritori 🙂 Questo non per difendere il m5s che di difetti ne ha tanti per carità, ma almeno fa un briciolo di opposizione.

        Mi piace

  5. Siamo in balia di notizie sempre più ridicole circa l’uso delle piante . La storia della Graviola è come quella della tisana di Cassie e l’Aloe, un magma di notizie manipolate e gonfiate per convincere la gente dei cossiddetti segreti nascosti che bontà loro guarirebbero il cancro. Integratori e beveroni a base di Graviola sono largamente venduti sia su internet che negozi erboristici e purtroppo la gente continua a morire lo stesso. Si sappia che quanto viene riportato sul web in terrmini di ricerca sono notizie gonfiate e manipolate dagl editori e dai media. Anche il licopene del Pomodoro è un efficace Anticancro, ma nonostante il pomodoro sia largamente presente nel piatto degli italiani la gente continua ad ammalarsi lo stesso di cancro. Tali notizie spesso hanno un solo obiettivo, INCREMENTARE la vendita dei rispettivi Integratori.

    Mi piace

  6. la polvere di semi della graviola è buona e contiene le molecole più forti, ma vi sono altre cose per prevenirlo, l’ascorbato di potassio, la cartilagine di squalo, l’uncaria, il reishi o ganoderma lucidum, il coriolus, l’agaricus blazeii, il maitake, lo shitake, l’aglio, il succo di cavolo ( fatto con l’estrattore usato dalla dieta gerson) , le barbabietole rosse, rosa e bianche, ricche di catalase, i meloni verdi, ricchi di superossido dismutasi, i germogli d’orzo e le mele verdi e i pomodori verdi, ricchi di superossido dismutasi, gli avocado, ricchi di glutatione, il cavolfiore, ricco di metilsulfonilmetano, le carote, ricche di betacarotene, i pomodori, ricchi di licopene, il goji, il cordiceps sinensis, la maca , i chiodi di garofano ricchi di antiossidanti di grande potere, ma sopratutto una cosa: tenere in equilibrio i minerali nel corpo. Introdurre prima di tutti il magnesio ( mag2 in farmacia è il migliore), il potassio, il calcio e limitare il sale ( sodio). Quest’ultimo altera i processi enzimatici delle cellule, facendole impazzire. Zero fritti, zero dolci, zero alcool, pochi carboidrati( pasta, pane lievitato, creckers), carne una volta alla settimana e se è mezza è meglio. Zero grassi, mangiate verdura a chili e molte volte al dì, e cruda, inutile che cuocete tutto, portando via tutti i nutrimenti e creando un cibo morto che fà morire! bevete solo acqua e non robe gassate e zuccherate, bevete thè verde, caffè verde, olio di fegato di merluzzo, almeno 100 mg di vitamina C al dì, vitamina D3, germanio ( minerale anticancro) integratori di resveratrolo e acido alfa lipoico e acido glucoronico, basterebbero queste regole e queste molecole, per non morire mai di cancro.

    Liked by 1 persona

  7. Sono affetto da adenocarcinoma prostatico, e non credo ai famosi “protocolli” che vigono nella medicina “dominante”. Voi, che mi sembrate vispi e onesti, siete in grado di darmi un consiglio?Io ve ne sarò grato, ma Dio come si suol dire vi renderà merito! GRAZIE!
    Giulio

    Mi piace

  8. Vorrei dire a questa ultracompetente “Vera Scienziata”, autrice dell’articolo e impegnatissima con il laboratorio a torturare animali, di leggersi almeno gli studi pubblicati su Pubmed sulla graviola prima di parlare a casaccio. Scoprirebbe cosi’ che esistono molti studi scientifici che attestano le proprieta’ antitumorali di questa pianta, Per esempio questo. “Functional proteomic analysis revels that the ethanol extract of Annona muricataL.induces liver cancer cell apoptosis through endoplasmic reticulum stress pathway” di Liu N, Yang HL, Wang P, Lu YC, Yang YJ, Wang L, Lee SC. che dice testualmente: “We showed that the extract was able to reduce viability and trigger apoptosis of the cancer cells”, oppure questo: “Annona muricata leaves induce G₁ cell cycle arrest and apoptosis through mitochondria-mediated pathway in human HCT-116 and HT-29 colon cancer cells di Zorofchian Moghadamtousi S1, Karimian H2, Rouhollahi, Paydar, Fadaeinasab, Abdul Kadir, in cui testualmente si puo leggere; “These findings provide a scientific basis for the use of A. muricata leaves in the treatment of cancer”. Il fatto poi che molti chemioterapici derivano dalle piante, non significa niente assolutamente niente. Essi sono comunque sempre associati a sostanze tossiche per aumentarne la solubilita’ e indeboliscono in maniera importante il sistema immunitario, al contrario delle piante che lo rafforzano, Questa affermazione sarebbe come dire che il cortisone che compriamo in farmacia e’ un ormone dell’organismo umano usato come farmaco, e quindi sottintendendo atossico. Scorretto e fazioso come siete voi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...