Petizioni degli Scienziati e Petizioni degli Animalisti a confronto


Ultimamente vanno molto di moda le raccolte firme, sicuramente un ottimo metodo per valutare la risonanza di un evento o di un’idea.

Qui sorge un dubbio: è sempre vero che chi ha più firme ha più risonanza?

Sì, se le firme sono vere.

Volevo valutare e porre a confronto le raccolte firme sui siti animalisti e su quelli a favore della sperimentazione animale.

Ho scelto Il Manifesto per la Coscienza degli Animali come esempio animalista. Avrei preferito Stop Vivisection, ma tale petizione è terminata (con la mia firma a nome di Paperino di Paperopoli).

Sul fronte scientifico, ho scelto l’appello dell’Istituto Mario Negri, il quale ha lo scopo di «sostenere le ragioni della ricerca, sostenendo contemporaneamente il diritto alla salute dei cittadini e il futuro del paese».


PRONTI, PARTENZA, VIA!

Innanzitutto ho creato un indirizzo email falso (benedetto.ponvert@grr.la) ed ho iniziato con il sito animalista.

petizioni animaliste vs scientifiche - 01

Immagine disponibile anche a questo link.

Ed ecco che appare un messaggio “firma avvenuta con successo” e nella casella di posta ricevo un’email che, senza richiedere alcuna conferma, informa:

petizioni animaliste vs scientifiche - 02

Immagine disponibile anche a questo link.

Proviamo adesso con il sito del Mario Negri.

petizioni scientifiche vs animaliste - 03

Immagine disponibile anche a questo link.

Andiamo sulla posta, e qui qualcosa va storto.

petizioni scientiviche vs animaliste - 04

Immagine disponibile anche a questo link.

Il messaggio arriva, ma è vuoto e impedisce di confermare l’email temporanea.

Si potrebbe pensare “è un bug (difetto del software), non funziona nemmeno con un’email autentica”. Proviamo allora. Ho firmato inserendo la mia vera email ed ecco che compare il regolare messaggio tiscali che chiede “clicca qui” e soltanto in seguito all’autenticazione la firma viene accettata.

Petizioni scientifiche vs animaliste - 05

Immagine disponibile anche a questo link.


CONCLUSIONI

Per il sito animalista che vanta centinaia di migliaia di firme (venti delle quali inserita da me per valutare quanto fosse debole quel sistema di controllo) non serve nemmeno un’email realmente esistente, per firmare basta inserire una serie di caratteri a caso interposti da una chiocciola, come ad esempio dagsgfde@dgferedc.it ed il sistema vi confermerà “operazione avvenuta con successo”.

Il sito a favore della sperimentazione animale (preciso sperimentazione animale regolamentata dalle ferree normative europee), pur essendo in minoranza numerica, punta sulla qualità e sull’onestà.

Questa non è che l’ennesima dimostrazione che agire sull’impulso emotivo della gente è molto semplice e genera false convinzioni, del tipo “hanno più firme, hanno ragione” senza verificare quanto siano valide tali firme.
Chi agisce con razionalità invece punta alla qualità del servizio.

Vi riporto un breve scambio di email tra me ed un responsabile del Mario Negri:

Io: Complimenti al Mario Negri, è da 30 minuti che cerco di firmare come Bendetto XVI con la professione “papa emerito”, ma non riesco! Mi chiedo perché il Mario Negri adotta sistemi adeguati per impedire questo genere di falsificazioni mentre gli animalisti non se ne curano.

Ufficio Mario Negri: Grazie! Cerchiamo di essere seri: con la salute delle persone non si gioca 😉

[Kerykeion]



Post Scriptum: se volete sottoscrivere la petizione del Mario Negri, cliccate qui.

Annunci

7 thoughts on “Petizioni degli Scienziati e Petizioni degli Animalisti a confronto

  1. My 2 cents. Il vantare millemila firme di supporto, anche di vips come Paolino Paperino, Superciuk, Roger Rabbit o Capitan Fracassa, serve per dimostrare di essere un movimento capace di spostare molti voti e quindi “politicamente interessante”; “politicamente interessante” nel senso che se qualche politico “sposa” le idee del movimento questo può ricambiare con un “pacchetto” di voti a sostegno. Ovviamente più firme uguale più voti (anche se oramai ci cascano solo i polli, quelli più scafati indagano prima sulla reale consistenza delle firme).
    E poi, anche il poter dire abbiamo avuto millemila firme alla nostra petizione sulla messa al bando degli allevamenti di cammelli in antartide fa la sua sporca figura nei talk show, illudendo le persone sulla reale consistenza e la reale importanza del movimento. In parole povere: pura facciata.

    Mi piace

  2. Sempre a infierire su quei poveri animalisti, sono un brando di ingenui sfigati a cui politici di scarso livello se ne approfittano, e aziende di prodotti per animali ci mangiano su, perché certa gente spende più soldi per il cane che per i figli.

    Mi piace

  3. Io vorrei sapere quanti realmente interessasi hanno sottoscritto il manifesto per la coscienza animale e quanti, come me, stanno creando sottoscrizioni fasulle solo per vedere quanto sia ridicolo il sistema.

    p.s.: dalla loro hanno anche Vegeta, ora.

    Mi piace

  4. Lei dovrebbe informarmi un po’ meglio. Ci sono siti autorevoli dove per firmare bisogna inserire pure il numero di documento di identità oltre alle proprie generalità complete.
    Il fatto di avere idee e pareri diversi da chi non è a favore della vivisezione non significa che debba scendere a queste considerazioni banali.
    Forse dovrebbe approfondire tutto l’argomento e chi se ne occupa seriamente,

    Cordialmente

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...